SOCI PUBBLICI

Comunità Montana Lario Intelvese
Nata nel 1971, la Comunità Montana Lario Intelvese è un ente territoriale della Provincia di Como, aggregazione di 27 comuni situati tra la Valle Intelvi e la sponda occidentale del Lago. Il territorio d’azione comprende la riviera lariana da Cernobbio a Griante e sale sulle pendici occidentali sino al confine svizzero. Si tratta dunque di un’area ampia e variegata, che ha permesso all’Ente di svolgere una duplice attività: da una parte una serie di azioni che riguardano la montagna ed i suoi problemi, dall’altra il rafforzamento e il rinnovo del legame con il territorio posto in riva al lago, attraverso una serie di azioni volte alla valorizzazione economica, sociale, ambientale e turistica della zona.
La Comunità Montana Lario Intelvese ha maturato una significativa esperienza nella gestione di progetti integrati, in particolare con riferimento alla programmazione 2000-2006 sono da segnalare:
Interreg IIIA Italia – Svizzera: capofila/partner di Cinque progetti: 1) Valorizzazione del Patrimonio Artistico, Culturale ed edilizio comune denominato “Parco dei Magistri Comacini delle VAlli e dei Laghi”. 2) Progetto strategico per la promozione del turismo ambientale nel territorio transfrontaliero.. 3) L’Arte dello Stucco del Parco Magistri Comacini (Intelvesi, Campionasi e Ticinesi) delle VAlli e dei Laghi: valorizzazione, conservazione e promozione. 4) Un itinerario lungo 350 milioni di anni. I geositi dell’Insubria: nuove opportunità per il turismo. 5) Il turismo degli Alpeggi: proposte innovative di turismo rurale, eologico e didattico nelle vallate interne delle Alpi Centrali a partire dal sistema alpeggio;
Interreg IIIB Spazio Alpino: Progetto Pilota “Conservazione e riqualificazione dell’insediamento di Erbonne”;
Docup. Ob. 2 PISL della Tremezzina: partecipazione all’attività di animazione territoriale per l’elaborazione del PISL dell’unione della Tremezzina.
La Comunità Montana Lario Intelvese partecipa inoltre ai seguenti progetti:
AQST Magistri Comacini per la realizzazione degli interventi riguardanti la valorizzazione culturale del Lago di Como e in particolare dell’area dei “Magistri Comacini”;
Grande Progetto di Montagna (G.P.M.) in materia agro-forestale “Agricoltura e Territorio: progetto per le Prealpi Comasche”.

Comunità Montana Triangolo Lariano
La Comunità Montana del Triangolo Lariano è un ente territoriale della Provincia di Como comprendente 31 comuni, situati tra i due rami meridionali del Lago di Como e limitata a sud dai piccoli laghi di Alserio, Pusiano e Annone.
Obiettivo dell’Ente è la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo delle zone montane e la promozione dell’esercizio associato delle funzioni comunali. Essa si pone come polo aggregante per politiche e progettualità comuni che guardino ad uno sviluppo turistico e culturale, ad una salvaguardia del paesaggio naturale di tutto il territorio, con particolare riguardo all’ambiente montano e boschivo.
Negli ultimi anni la Comunità Montana ha realizzato i seguenti progetti integrati per la rimozione e la valorizzazione del territorio a beneficio del sistema socio-economico e della comunità locale:
recupero Strada Regia
recupero rete Sentieristica del Triangolo Lariano
recupero del laghetto di Crezzo
miglioramento ambientale della sorgente del Lambro (Menaresta)

Provincia di Como – Assessorato Agricoltura
Il Settore Agricoltura si occupa di materie riguardanti Foreste e Sistemazioni Idraulico-Forestali, Zootecnia, Produzioni Vegetali, Agriturismo, Alimentazione, Motori Agricoli, Strutture Agrarie e Misure Agroambientali, in attuazione delle funzioni amministrative, in parte delegate e in parte trasferite, ai sensi della normativa regionale.
La Provincia di Como ha maturato una significativa esperienza nella gestione di progetti integrati, in particolare con riferimento alla programmazione 2000 – 2006 si segnalano:
PISL Obiettivo 2 del Patto Albaval, per lo sviluppo locale. La strategia di sviluppo del PISL e l’obiettivo generale è quello di raggiungere lo sviluppo sostenibile del territorio, attraverso un’azione congiunta delle istituzioni, delle forze economiche e sociali; in dettagli il PISL promuove la valorizzazione, il potenziamento e coordinamento delle risorse locali al fine di renderle tra loro compatibili, complementari e convergenti al raggiungimento dell’obiettivo generale.
Partecipazione a progetti Interreg IIIA Italia – Svizzera; inoltre la Provincia ha promosso/partecipa ai seguenti programmi territoriali/settoriali: 1) Sistema Turistico Lago di Como, per la promozione/valorizzazione del settore turistico e delle attività conesse; 2) AQST Magistri Comacini per la realizzazione degli interventi riguardanti la valorizzazione culturale del lago di Como e in particolare dell’area dei “Magistri Comacini”; 3) Grande Progetto Montagna (G.P.M.) in materia agro-forestale “Agricoltura e Territorio: progetto di sviluppo per le Prealpi Comasche”.

Parco Lago Segrino
Costituito nel 1984 come Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) e gestito dal Consorzio dei Comuni di Canzo, Eupilio, Longone al Segrino e dalla Comunità Montana Triangolo Lariano, dalla Provincia di Como e dalla Regione Lombardia.
L’impegno costante dell’Ente Parco, supportato da un comitato scientifico di esperti di alto livello, ha portato in poco più di una decina d’anni al miglioramento della qualità delle acque e dell’ambiente, elevando il Lago Segrino ad uno dei bacini più puliti e meglio conservati d’Europa. Il consorzio del Parco attua costantemente interventi diretti alla salvaguardia ambientale ed al recupero qualitativo delle acque del lago, oltre ad un’intensa attività di rinaturalizzazione dell’ecosistema locale. I preziosi interventi e i risultati ottenuti hanno fatto si che il Segrino, da Parco Locale di Interesse Sovracomunale diventasse Sito di Interesse Comunitario (SIC).
Il Parco opera in stretta collaborazione con Associazioni locali, Comunali ed Enti, a questo si aggiungano i rapporti di collaborazione associativa con il GOL (Gruppo Ornitologico Lombardo), i gruppi ambientalisti WWF, Greenpeace, le associazioni di categoria degli agricoltori, delle attività commerciali ed artigiane per lo sviluppo e l’incremento dell’agricoltura, della ricettività e di un turismo più consapevole. Inoltre il Parco partecipa ai seguenti programmi:
Ecomuseo dei Monti e dei Laghi Briantei – volto alla creazione e valorizzazione di tutto il territorio inteso come insieme di aspetti naturalistici, ambientali, artistici, storici ma anche sociali, urbanistici e viabilistici.
Sistema Turistico Lago di Como – volto a favorire le sinergie tra gli attori del Sistema, risolvendo le problematiche principali del turismo lariano con lo scopo di coordinare le iniziative più importanti in campo turistico.

Consorzio Forestale Lario Intelvese
Costituito nel 2002 tra la Comunità Montana Lario Intelvese e molti dei comuni che ne fanno parte come forma di associazionismo tra enti pubblici, proprietari e conduttori forestali, il Consorzio Forestale Lario Intelvese ha lo scopo di rilanciare nel territorio attività e servizi a tutela del patrimonio forestale.
L’attività operativa del consorzio rappresenta uno stimolo economico e culturale, per il rilancio del settore primario della Valle. Al fine di garantire la sopravvivenza del territorio, il Consorzio Forestale non si limita ad attivare risorse economiche e finanziarie, bensì opera per programmare una serie di interventi coordinati, volti a dotare il comparto agro-silvo-pastorale e ambientale dei requisiti necessari, affinchè possa tornare a svolgere un proprio ruolo positivo all’interno del più ampio sistema insediativo e territoriale.
Il Consorzio Forestale Lario Intelvese ha condiviso numerosi programmi e progetti in collaborazione con la Comunità Montana, nell’ambito della programmazione Interreg IIIA Italia – Svizzera ha partecipato con azioni specifiche al Progetto strategico per la promozione del turismo ambientale nel territorio transfrontaliero; all’AQST Magistri Comacini per la realizzazione degli interventi riguardanti la valorizzazione culturale del Lago di Como e in particolare dell’area dei “Magistri Comacini”; al Grande Progetto di Montagna (G.P.M.) in materia agro-forestale “Agricoltura e Territorio: progetto di sviluppo per le Prealpi Comasche”.

SOCI PRIVATI

CIA – Confederazione Italiana Agricoltori di Como, Lecco e Sondrio
Fondata nel 1977, la Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) è una delle più grandi organizzazioni professionali agricole europee che persegue l’obiettivo di valorizzare il ruolo moderno dell’agricoltore e della sua impresa. La confederazione ha una struttura nazionale con sedi regionali, provinciali e locali e si articola in organizzazioni di categoria, istituti e società rispondenti alle diverse esigenze dell’agricoltura e degli agricoltori.

Confagricoltura Como Lecco
La Confederazione Generale dell’Agricoltura Italiana (Confagricoltura) è l’organizzazione di rappresentanza e di tutela dell’impresa agricola italiana. Essa riconosce nell’imprenditore agricolo il protagonista della produzione e persegue lo sviluppo economico, tecnologico e sociale dell’agricoltura e delle imprese agricole. E’ un’Associazione presente in modo capillare su tutto il territorio nazionale, articolata in Federazioni Regionali, con sedi provinciali e comunali.
Nell’ambito del Progetto Leader la Confagricoltura di Como, Lecco e Sondrio promuove la diffusione di informazioni sul progetto mediante la pubblicazione sul quindicinale “Corriere Agricolo”.

Coldiretti – Federazione Provinciale Coltivatori Diretti di Como e Lecco
La Coldiretti è un’Organizzazione di rappresentanza delle persone e delle imprese che operano in agricoltura e nelle attività connesse, ma anche delle istanze dei consumatori e dei cittadini. Fortemente radicata sul territorio, la Coldiretti è la principale Organizzazione Agricola a livello nazionale e tra le prime a livello europeo. Al fine di fornire assistenza alle imprese agrituristiche, la Coldiretti ha creato Terranostra, associazione agrituristica che ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero dell’Ambiente come Associazione ambientalista. Le imprese associate alla Federazione Provinciale Coltivatori Diretti di Como e Lecco sono circa 1.300.

CNA – Confederazione Nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa
La Confederazione Nazionale dell’artigianato e della piccola o media impresa (CNA) rappresenta e tutela da oltre sessant’anni gli interessi delle imprese artigiane, delle PMI e di tutte le forme di lavoro autonomo. L’obiettivo è quello di dare valore all’artigianato ed alla piccola e media impresa, attraverso un’organizzazione strutturata e diffusa, un sistema di società in grado di offrire servizi integrati e consulenze personalizzate, assistenza, informazioni e soluzioni innovative alle imprese e ai suoi associati.
Fondata nel 1957, la CNA Como è l’associazione di categoria di imprese che in ambito provinciale rappresenta circa 3000 imprese artigiane associate che operano in diversi settori merceologici, produttivi o di servizi, suddivisi in unioni che rappresentano oltre 250 mestieri artigianali.

Latteria Sociale di Bellagio
La Latteria Sociale di Bellagio è una cooperativa costituita nel 1933 con lo scopo di trasformare e commercializzare i prodotti ottenuti dalla lavorazione del latte proveniente dalle stalle dei propri soci. Nel corso degli anni, l’attività non ha mai subito interruzioni, sopravviverndo agli eventi politici ed economici, attribuendo sempre larga importanza all’innovazione tecnologia e all’aggiornamento delle strutture, senza mai prescindere dalla qualità dei prodotti.
Attualmente i nove soci, tutti attivi nel Triangolo Lariano, possiedono un totale di duecento mucche che durante i mesi estivi vengono lasciate libere nei pascoli al fine di produrre un latte di ottima qualità che caratterizza i prodotti genuini, ottenuti con tecniche di lavorazione antiche.

Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza – Alzate Brianza
Nata nel 1953 dalla volontà di 37 soci, ancora oggi la Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza (BCC) si pone al servizio delle famiglie, dell’economia locale, dell’agricoltura, dell’artigianato e della piccola industria. L’inizio dell’esercizio di credito fu autorizzato con un provvedimento firmato il 5 ottobre 1953 e da allora l’attività, inizialmente rivolta al solo Comune di Alzate Brianza, si estese ad una vasta zona dell’Alta Brianza, fino a comprendere, oggi, 73 Comuni delle Province di Como, Lecco e Milano.

Banca Popolare di Sondrio
Fondata nel 1871, la Banca Popolare di Sondrio è una delle prime banche popolari italiane ispirate al movimento popolare cooperativo del credito. Grazie alla graduale estensione dell’attività e della presenza territoriale, essa ha assunto nel tempo una dimensione regionale con possibilità operative estese a tutto il territorio nazionale, pur mantenendo sempre un forte legame con la zona di origine, la Banca presta alla propria clientela (famiglie, professionisti, imprese di piccole o grandi dimensioni, enti pubblici ecc.) servizi in grado di soddisfare qualsiasi esigenza bancaria, finanziaria ed assicurativa. Collateralmente all’attività primaria, la banca promuove molteplici iniziative a sfondo culturale, riguardanti soprattutto la sfera editoriale.

Associazione Provinciale Allevatori Como e Lecco – Sede di Erba
L’Associazione Provinciale Allevatori (APA) è un’organizzazione che promuove la formazione, l’approfondimento e la diffusione di tecniche di allevamento innovativo per garantire la qualità delle produzioni, la salute e il benessere degli animali, la sicurezza alimentare, la tutela dell’ambiente e la redittività delle imprese zooteniche.
L’APA Como-Lecco, con sede in Erba, si costituisce nel 1947. Esercita la propria attività in tutto il territorio delle province di Como e Lecco e si propone di attuare tutte le iniziative che possono utilmente contribuire ad un rapido miglioramento del bestiame allevato, ad una più economica gestione aziendale, al miglioramento del risultato economico dell’impresa zootecnica e ad una più efficace valorizzazione del bestiamo stesso e dei prodotti da esso derivanti.

Consorzio Sapori di terra Sapori di Lago
Scopo del Consorzio, costituito su iniziativa della Provincia di Como e del marchio territoriale “Sapori di terra – Sapori di Lago”, è la promozione della tutela e il rilancio economico delle produzioni agro-zootecniche, la valorizzazione delle proprie tradizioni e dei prodotti lariani.
Il progetto del Consorzio intende promuovere la commercializzazione di prodotti tipici lombardi di qualità, coniugando gli aspetti culturali-tradizionali con quelli turistici. L’iniziativa ha infatti il duplice obiettivo di far conoscere la realtà artigianale locale, ma allo stesso tempo intende tradurre tale interesse dei consumatori in visite dei più suggestivi paesaggi lariani, attirando i visitatori da tutta Italia e dal resto d’Europa.